La pubblicitŕ su Internet associata alla ricerca rimpiazzerŕ i banner pubblicitari online entro il 2010, mentre le vendite online raddoppieranno a 18,9 miliardi dai 9,3 miliardi

La pubblicitŕ su Internet associata alla ricerca rimpiazzerŕ i banner pubblicitari online entro il 2010, mentre le vendite online raddoppieranno a 18,9 miliardi dai 9,3 miliardi alla fine del 2004. Lo rende noto JupiterResearch. Nell´annuale previsione sulla pubblicitŕ online, JupiterResearch spiega che la crescita della pubblicitŕ per ricerca sarŕ del 12% annuo nei prossimi cinque anni, mentre i banner dovrebbero crescere solo del 7%. "E´ un momento fenomenale per le pubblicitŕ legate ai motori di ricerca", dice l´analista di JupiterResearch Gary Stein in una nota. "Il numero degli inserzionisti che usa la ricerca per pubblicizzare prodotti continua a crescere". Gli inserzionisti possono anche avvantaggiarsi del crescente numero di persone che hanno una connessione continua ad Internet ad alta velocitŕ per inviare pubblicitŕ definite "rich media" o "streaming media". Le pubblicitŕ "rich media" usano audio, video e altri effetti interattivi per corteggiare gli utenti. Lo "streaming media" trasmette audio o video su una rete. La spesa per la prima potrebbe crescere fino a 3,5 miliardi di dollari, la seconda a 943 milioni di dollari entro il 2010, secondo JupiterResearch.

Condividi