Osservazioni inerenti il sito web e la sua natura di opera dell´ingegno Un sito web, dotato di componenti multimediali, potrebbe essere annoverabile, ai sensi

Osservazioni inerenti il sito web e la sua natura di opera dell´ingegno Un sito web, dotato di componenti multimediali, potrebbe essere annoverabile, ai sensi dell´articolo 2575 c.c., tra le opere dell´ingegno di carattere creativo. In tal caso, il principio contabile n. 24 evidenzia che "per i beni immateriali soggetti a tutela giuridica ... l´iscrizione (nello stato patrimoniale) costituisce un obbligo...". La disciplina fiscale, ovvero l´articolo 103, comma 1, del Tuir, dispone che "le quote di ammortamento del costo dei diritti di utilizzazione di opere dell´ingegno ... sono deducibili in misura non superiore ad un terzo del costo". Tale disciplina presuppone che il bene partecipi al processo produttivo in modo duraturo (cioè possegga una utilità pluriennale). Approfondendo la questione, l´articolo 2575 c.c. statuisce che "formano oggetto del diritto di autore le opere dell´ingegno di carattere creativo...". La legge n. 633/1941 dispone, all´articolo 1, comma 2, che sono protette anche "...le banche di dati che per la scelta o la disposizione del materiale costituiscono una creazione intellettuale dell´autore...", precisando, all´articolo 2, che sono compresi nella protezione "...8) i programmi per elaboratore, in qualsiasi forma espressi purché originali quale risultato di creazione intellettuale dell´autore...9) le banche di dati di cui al secondo comma dell´articolo 1, intese come raccolte di opere, dati o altri elementi indipendenti sistematicamente o metodicamente disposti ed individualmente accessibili mediante mezzi elettronici o in altro modo. La tutela delle banche di dati non si estende al loro contenuto e lascia impregiudicati i diritti esistenti su tale contenuto...". Dalle norme richiamate si evince che il sito web, sia per la sua natura di banca dati che per quella, eventuale, di vero e proprio software, risulta protetto dalla legislazione sul diritto d´autore. E´ necessario però sottolineare che la protezione opera solamente in presenza delle caratteristiche di "creatività, originalità e novità" (Cass. civ. n. 10516/94)(4). In presenza, quindi, della creazione di un sito senza alcuna caratteristica innovativa(5), non dovrebbe essere possibile considerarlo un´opera dell´ingegno, e di conseguenza verrebbe meno l´obbligo civilistico di iscrizione nello stato patrimoniale. Inoltre, se si fa riferimento alla particolare natura dei beni immateriali (caratterizzati da utilità pluriennale) confrontandola con il sito web, bisogna osservare che quest´ultimo viene costantemente aggiornato e modificato non solo nei dati contenuti(6), ma anche con riferimento alla propria estetica e funzionalità, manifestando una durevolezza assai limitata. Si ritiene quindi che, nei casi sopra specificati, l´articolo 103 del Tuir non trovi applicazione, in favore dell´articolo 108, comma 3. FONTE: idome.com

Condividi