Sono pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale del 13 settembre i tre provvedimenti che mirano a promuovere la competitività delle imprese italiane attraverso l´innovazione

Sono pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale del 13 settembre i tre provvedimenti che mirano a promuovere la competitività delle imprese italiane attraverso l´innovazione tecnologica. Il Dipartimento per l´innovazione tecnologica della Presidenza del Consiglio dei Ministri e il Ministero per le attività produttive hanno stanziato con decreto interministeriale una somma complessiva di 630 milioni di Euro per la produzione di programmi di innovazione basati sulle tecnologie digitali. L´intervento governativo mira a promuovere: • programmi in settori industriali a maggiore potenzialità ed alto contenuto tecnologico; • programmi di innovazione di processi strategici aziendali rafforzando l´aggregazione in distretti e filiere. Per il coordinare l´attuazione del programma di finanziamento è stata istituita una commissione costituita da due rappresentanti del Ministero delle attività produttive e da due rappresentanti del Dipartimento per l´innovazione e le tecnologie. Il Ministero delle attività produttive ha già provveduto a definire con un secondo decreto datato 29 luglio i termini e le modalità di presentazione delle proposte progettuali da parte di raggruppamenti di grandi e piccole e medie imprese, con l´eventuale partecipazione di università ed enti pubblici di ricerca, relative ad attività di sviluppo precompetitivo finalizzate all´innovazione radicale di prodotto attraverso l´utilizzo di tecnologie digitali. 270 milioni di Euro sono destinati a promuovere programmi di sviluppo precompetitivo presentati da consorzi per la realizzazione di investimenti con costi ammissibili compresi tra 1,5 e 10 milioni di Euro, da attuarsi mediante bando tematico, i cui termini e modalità di effettuazione sono già stabiliti con un terzo decreto del MAP, anch´esso del 29 luglio. Soggetti beneficiari e presentazione delle domande Il primo decreto 29 luglio 2005 prevede che i soggetti beneficiari (raggruppamenti di grandi imprese e piccole e medie imprese, compresi i relativi centri di ricerca, con l´eventuale partecipazione di università ed enti pubblici di ricerca) presentino le proprie proposte progettuali, utilizzando la modulistica allegata al decreto entro l´11 novembre. I soggetti beneficiari del secondo intervento, rappresentati da consorzi o società consortili, costituiti o da costituirsi, cui possono aggiungersi anche università ed enti pubblici di ricerca, potranno presentare il progetto di massima, da redigere secondo le istruzioni contenute nel secondo decreto ministeriale 29 luglio 2005, a partire dal trentesimo e sino al novantesimo giorno dalla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del decreto del Ministro delle attività produttive, di concerto con il Ministro dell´economia e delle finanze, previsto dall´art. 1, comma 357, della legge 30 dicembre 2004, n. 311 (decreto attuativo relativo alle condizioni per l´accesso ai finanziamenti agevolati), in corso di emanazione. Il modulo per la presentazione del progetto e della richiesta delle agevolazioni dovrà essere elaborato, pena l´invalidità della domanda, utilizzando esclusivamente l´apposito software che verrà reso disponibile in tempo utile dal MAP FONTE: microsoft

Condividi