Cerca, compara, scegli ma prenota direttamente dal sito ufficiale dell´hotel. Questa è la nuova tendenza che secondo una recente ricerca della società PhoCusWright

Cerca, compara, scegli ma prenota direttamente dal sito ufficiale dell´hotel. Questa è la nuova tendenza che secondo una recente ricerca della società PhoCusWright (www.phocuswright.com)starebbe prendendo piede da parte degli utenti che cercano un hotel su Internet. Sembra infatti che gli utenti più smaliziati utilizzino sempre più i sistemi di comparazione prezzi solo per individuare il prezzo migliore ma che poi prenotino andando direttamente presso il sito ufficiale dell´hotel o della relativa catena. Si tratta decisamente di un fenomeno in controtendenza, in quanto negli ultimi mesi si è visto un progressivo aumento non solo dei portali di viaggi online ma anche dei cosiddetti meta-motori, ossia quei sistemi che permettono una comparazione rapida e conveniente delle tariffe alberghiere. Da un lato, abbiamo assistito ad un crescente ruolo dei grandi portali specializzati come Expedia, Travelocity e Orbitz, che hanno saputo aggregare ed intermediare un enorme numero di strutture alberghiere, aggiungendo sempre nuove pacchettizzazioni che rendessero la vita più semplice ai viaggiatori. Dall´altro, soprattutto nell´ultimo anno, si è assistito alla nascita dei nuovi comparatori, come Farechase di Yahoo, Kayak, Cheapflights e gli italiani Volagratis e Hotboo. Anche questi nuovi player hanno ingaggiato una lotta senza quartiere per conquistare la fiducia degli utenti, cercando di intermediare l´utente e i portali specializzati. Oggi, forse, qualcosa sta di nuovo cambiando. Se, come dichiarato dalla ricerca, questi utenti "smaliziati" sono passati dal 9% al 45% negli ultimi tre anni, saremmo di fronte ad un nuovo scenario che rimette di nuovo tutto in discussione. Proveremo ad indagare meglio su questo interessante fenomeno che dimostra ancora una volta come il settore dei viaggi online sia uno dei più effervescenti degli ultimi tempi

Condividi