Buon vecchio Virgilio fatti da parte, il futuro si chiama Alice. Ramon Grijuela, amministratore delegato di Matrix e responsabile del Broadband Content di Telecom Italia Wireline

Buon vecchio Virgilio fatti da parte, il futuro si chiama Alice. Ramon Grijuela, amministratore delegato di Matrix e responsabile del Broadband Content di Telecom Italia Wireline, ha annunciato oggi ufficialmente il passaggio di consegne tra i due brand all´evento organizzato da IAB Italia, a Milano, sul mercato della pubblicità on line. Previsto in un non meglio precisato "prossimo futuro", il cambio avverrà in occasione di un radicale ridisegno di quello che, dopo essere stato tra i primi primi e pochi motori di ricerca made in Italy, è oggi uno dei due principali portali italiani. Grijuela è la fonte più autorevole e titolata per annunciare la fusione, essendo il diretto responsabile di entrambe le attività coinvolte: come numero uno di Matrix dirige l´azienda che ha sviluppato e gestisce Virgilio, e come responsabile dei contenuti broadband dell´intera business unit Wireline è l´uomo che sta dietro al lancio di Rosso Alice, il portale dedicato da Telecom Italia agli utenti a banda larga. Le ragioni della scelta, che scontenterà i nostalgici, sono ovviamente tutte legate al marketing. Grazie alle intense campagne pubblicitarie effettuate da Telecom Italia su tutti i media per promuovere l´offerta Alice, questo marchio è ormai ben più noto al grande pubblico rispetto a Virgilio, che pure ha recentemente sfondato la barriera del miliardo di page view mensili e lotta con Libero per il titolo di portale italiano più visitato. Ma mentre la notorietà di Virgilio è circoscritta all´utenza del web, Alice è un marchio ormai noto alla maggior parte degli italiani. Da qui l´idea di trasformare Virgilio in Alice, questo il nome del nuovo portale, fondendo i contenuti tradizionali (articoli, e-mail, newsletter...) di Virgilio con i contenuti ´bandivori´ (video, musica, eventi live) di Rosso Alice per sfruttare le potenzialità dell´accesso ADSL. Temporalmente l´operazione si colloca dopo il lancio del servizio di iptv di Telecom Italia, previsto entro qualche settimana secondo Grijuela. Si puà dunque ipotizzare che il nuovo superportale vedrà la luce tra la fine dell´anno e l´inizio del 2006. Lo storico marchio di Virgilio, ha precisato Grijuela, non è comunque un asset che Telecom intenda gettare nel cestino: semplicemente tornerà alle origini, cioè a fare il motore di ricerca nel web e nel portale Alice. Dalla bozza di home page mostrata al pubblico da Grijuela emerge un´impostazione grafica, per il nuovo portale, decisamente più simile a quella attuale di Virgilio che non alla sfavillante modernità di Rosso Alice. Di nuovo rispetto al solito vi sarà l´impegno nello sviluppo della parte di e-commerce, sia per la vendita di oggetti fisici che di beni digitali, capitalizzando l´ormai consolidata esperienza di vendita di musica, file e video maturata da Rosso Alice.,

Condividi