Sono gli operatori del settore Finanza/Assicurazioni i principali investitori in pubblicitŕ online Internet afferma sempre di piů la sua centralitŕ per le strategie di

Sono gli operatori del settore Finanza/Assicurazioni i principali investitori in pubblicitŕ online Internet afferma sempre di piů la sua centralitŕ per le strategie di comunicazione nel settore Finanza/Assicurazioni: č quanto emerge dai risultati di alcuni studi presentati nel corso dello IAB Forum 2005, terza edizione dell´autorevole convegno sul tema della pubblicitŕ interattiva promosso da IAB Italia (Interactive Advertising Bureau), la piů importante associazione che riunisce gli operatori della pubblicitŕ online. Secondo i dati di una ricerca effettuata da Nielsen/NetRatings, con 20 milioni circa di utenti, pari al 35% della popolazione italiana, il nostro Paese ha registrato un incremento dell´8% in un anno nel numero dei navigatori attivi e potenziali. Sul totale degli utenti, ben il 74% sono laureati o persone con livello di istruzione superiore, denotando una forte concentrazione del target nelle fasce socioculturali medio-alte e le sue caratteristiche di pubblico attento ed evoluto. Tra chi prova a intercettare questo target ci sono in prima linea gli operatori dell´area Finanza/Assicurazioni, che fanno registrare una continua crescita degli investimenti pubblicitari sul Web: dopo un aumento del 30,9% degli investimenti in pubblicitŕ interattiva realizzati nel 2004 rispetto al 2003*, nella prima metŕ del 2005 il settore č giŕ al primo posto per questa voce di spesa, con una cifra complessiva di oltre 9 milioni di Euro, pari al 13,1% del totale, con la quale precede i settori telecomunicazioni (11,5%) e turismo (10,9%)**. Questo trend, secondo Layla Pavone, Presidente IAB Italia, dimostra come "le aziende che operano nel mondo della finanza e delle assicurazioni abbiano compreso l´importanza di ricorrere a Internet, e quindi all´interattivitŕ che lo caratterizza, non solamente per coinvolgere e stimolare il comportamento e la motivazione di consumatori sempre piů attenti e selettivi nella ricerca delle informazioni desiderate ma anche come veicolo pubblicitario in grado di incrementare la brand awareness, il ricordo del messaggio fino ad arrivare all´intenzione d´ acquisto". FONTE: datamanager.it,

Condividi