Sì, i servizi bancari on-line sono molto comodi, al punto che per centinaia di migliaia di clienti abituali di tutto il mondo passano mesi tra una visita "fisica" alla banca e

Sì, i servizi bancari on-line sono molto comodi, al punto che per centinaia di migliaia di clienti abituali di tutto il mondo passano mesi tra una visita "fisica" alla banca e l´altra. Ma dietro alla comodità si nasconde un´insidia: la sicurezza fisica della banca è molto più avanzata di quella del tuo salotto. Mentre creare una banca finta in una strada vera o mettere un impiegato falso dietro a uno sportello reale sarebbe un´impresa piuttosto ardua, queste azioni diventano estremamente facili nel mondo virtuale. Si sa, una banca fa di tutto per proteggere i propri server e le informazioni personali dei clienti. Le banche hanno decenni di ottima esperienza in questi settori. Il fatto di disporre di un accesso diretto al tuo conto corrente dal PC di casa, invece, ti rende un anello debole nella catena, come sanno bene anche i truffatori. Per loro è molto più semplice convincere te a inoltrare le tue credenziali bancarie che attaccare una vera banca ben difesa oppure violare i loro server ufficiali. Tuttavia, la buona notizia è che non è molto difficile evitare la maggior parte dei trucchi usati dai truffatori per ingannarti. Tutto cià di cui hai bisogno è un po´ di buon senso e l´aiuto dei seguenti semplici consigli. Proteggersi dalle truffe dei servizi bancari on-line La principale minaccia per i clienti di servizi bancari on-line deriva dal phishing, con il quale i truffatori si fanno passare per istituzioni finanziarie ufficiali. Essi, infatti, creano un sito Web falso dall´aspetto uguale a quello reale. Poi inviano e-mail a milioni di utenti Web, sperando che alcune di esse raggiungano per caso dei clienti della banca. In queste e-mail i clienti vengono avvertiti di irregolarità nel proprio conto corrente bancario e viene loro richiesto di agire immediatamente per evitare che il conto venga chiuso. Ai clienti che acconsentono vengono richieste diverse informazioni personali, oltre che i dettagli del conto corrente. Il rischio è di vedersi prosciugare i propri conti correnti, oltre che infettare il computer da virus che ricercano informazioni, per esempio da Trojan Horse. Ma è possibile imparare a riconoscere i segnali di pericolo di una frode on-line. Non fidarti di nessuna e-mail che richieda informazioni riservate, specialmente informazioni finanziarie. Le istituzioni finanziarie richiedono raramente, o mai, informazioni sensibili tramite e-mail. Se un´e-mail sospetta contiene un collegamento a una pagina Web, non fare clic su di esso. Accedi invece al sito Web digitando l´URL della presunta azienda nella barra degli indirizzi del browser. è inoltre utile mantenere l´indirizzo della propria banca tra i siti Web preferiti ed accedervi esclusivamente tramite quel collegamento. Utilizza siti sicuri per inviare e ricevere informazioni personali, ad esempio nome, indirizzo, password e ovviamente eventuali informazioni sulla carta di credito o altri dati sensibili. Accertati della presenza di un´icona di lucchetto o chiave nella parte inferiore del browser o nella barra delle applicazioni del computer. Un´icona di lucchetto chiuso o chiave indica una connessione protetta e crittografata, mentre un´icona di lucchetto aperto o una chiave rotta indica una connessione non protetta. Se quando viene effettuata la connessione a un sito sicuro di questo tipo, nel browser viene visualizzato un messaggio relativo a un qualsiasi "certificato non valido", chiudi la sessione e contatta la banca per chiedere un chiarimento. Installa un programma antispam di un fornitore di fiducia di software per la sicurezza per ridurre l´esposizione a spamming di phishing. Utilizza un firewall personale, software antivirus e uno strumento antispyware per proteggere i tuoi dati da hacker, autori di phishing, virus, worm e Trojan Horse. E ovviamente non dimenticare di applicare tutte le patch di sicurezza per il tuo sistema operativo e il tuo browser Web. Quelle elencate sono pratiche di sicurezza semplici e comuni, ma poichè i truffatori contano sulla vulnerabilità dei computer per depredare le proprie vittime, perchè offrire loro tali opportunità? Prendi le stesse precauzioni che metti in pratica ogni giorno Quando ti rechi a un bancomat, ti accerti di rimanere bene davanti alla tastiera mentre digiti il PIN. Non lasci aperto il libretto di assegni o il portafoglio allo sportello quando è il tuo turno di parlare con il cassiere. E non conservi i tuoi risparmi in un edificio non sicuro, senza finestre o porte. I servizi bancari on-line richiedono le stesse precauzioni e lo stesso buon senso. Assicurati di uscire dalla sessione in modo corretto al termine delle operazioni bancarie on-line. Non conservare la tua password per la banca nel computer. Non utilizzare la stessa password che usi per i servizi bancari on-line per siti di tipo diverso. Controlla regolarmente il tuo estratto conto. Se noti qualsiasi irregolarità nel tuo conto, contatta immediatamente la banca. Assicurati di uscire dal sito dei servizi bancari al termine delle operazioni. Rispetta sempre i termini e le condizioni stabilite dalla tua banca per essere tutelato nel caso in cui qualche losco truffatore prosciughi il tuo conto. Proteggi la tua identità e il tuo denaro. Riduci la probabilità di essere ingannato da truffatori prestando sempre la massima attenzione e mantenendo aggiornato il tuo software per la sicurezza. Assicurati di visitare regolarmente Symantec Security Response per ottenere le informazioni più recenti e per essere sicuro che tutti i componenti di sicurezza del tuo sistema sono aggiornati. (FONTE: Symantec Corporation) ,

Condividi