Possono nascondersi in programmi gratuiti, in siti Web di malintenzionati oppure viaggiare liberamente attraverso il Web: gli adware e gli spyware si servono a volte di metodi

Possono nascondersi in programmi gratuiti, in siti Web di malintenzionati oppure viaggiare liberamente attraverso il Web: gli adware e gli spyware si servono a volte di metodi inusuali per intrappolare le proprie vittime. Ecco una panoramica dei metodi di propagazione usati e degli strumenti utili per proteggersi. Trenta milioni di spyware installati su poco piů di un milione di computer testati: i risultati dello studio condotto dal provider americano Earthlink sono allarmanti. Nella maggior parte dei PC sono installati 28 spyware senza che l´utente ne sia a conoscenza. Da qualche tempo il fastidio causato da questi codici nocivi ha eguagliato, se non sorpassato, quello provocato dai virus. La nuova generazione di spyware e adware, che si diffonde con rapiditŕ incredibile circolando liberamente sul Web, a volte si unisce ai Trojan Horse e adotta gli stessi metodi utilizzati dagli hacker informatici. Evitare di installare software di hacker non č piů sufficiente per proteggere il computer. Ecco un elenco, per quanto non esaustivo, dei metodi di propagazione utilizzati piů di frequente da spyware e adware. Tutto ha un prezzo! Uno dei metodi piů utilizzati e collaudati per l´installazione di spyware e adware consiste nel nasconderli in software gratuiti. Tuttavia, per lungo tempo la maggior parte dei software infettati consisteva di versioni hacker di applicazioni considerate innocue. Gli utenti di Internet che non volevano pagare per una versione ufficiale mettevano a rischio la sicurezza del proprio computer. Oggi i codici nocivi sono nascosti non solo in versioni illegali, ma anche in software gratuiti utilizzati da migliaia di utenti Internet. Le applicazioni peer-to-peer (P2P) per il download di file musicali o video sono ai primi posti tra questo tipo di programmi. Il piů famoso tra essi č in grado di installare un gran numero di spyware e adware, che poi aprono una serie interminabile di finestre pubblicitarie, rallentando notevolmente il computer. Questo č il prezzo da pagare per l´uso di software gratuiti. Se pensi che nonostante tutto ne valga la pena, esiste un´altra realtŕ nascosta di cui molti utenti di Internet non sono a conoscenza: disinstallare tutti i codici nocivi diffusi da questi programmi č un´impresa non da poco. E, ovviamente, una volta che i parassiti dannosi sono stati eliminati, l´applicazione madre spesso non funziona piů correttamente. Il download di piattaforme non č il solo vettore degli spyware: possono infatti essere presenti anche in altri programmi che gli utenti usano ogni giorno, per esempio in applicazioni di messaggistica istantanea o di traduzione gratuita. L´esistenza di spyware viene spesso indicata nelle licenze di queste applicazioni, ma molti utenti non si fermano a leggerle. Alcune applicazioni peer-to-peer offrono all´utente l´opportunitŕ di rifiutare l´installazione di spyware durante il processo di installazione. č pertanto consigliabile rifiutare l´installazione predefinita e scegliere un´installazione personalizzata leggendo prima tutte le opzioni suggerite. Ti sei pentito di aver scelto "OK" per tutte le opzioni? Sfortunatamente l´unica soluzione efficace consiste nel disinstallare l´applicazione madre contenente gli spyware. Ma anche questa operazione spesso non č sufficiente per liberarsi di questi "pargoli" malvagi. Per essere certi che il computer venga ripulito del tutto, č necessario utilizzare un programma specializzato quale Norton Anti-Spyware. Falle che trasformano il Web in un campo minato Nel febbraio 2005 diversi visitatori delle pagine di un famoso motore di ricerca specializzato in blog sono stati ingannati da uno spyware che si presentava come un´applicazione di sicurezza, con l´insistente invito a installarlo. La maggior parte dei proprietari dei blog non sapeva nemmeno che questo programma fosse nascosto tra le loro pagine: pensavano semplicemente di avere pubblicato on-line la pubblicitŕ di un´azienda. Nascondersi tra i siti Web e avviare un download in seguito alla sola visita a una pagina č il secondo metodo piů comunemente utilizzato dagli spyware. č molto probabile che i siti che offrono contenuti illegali o pornografici contengano questo tipo di codice dannoso. Per evitare l´installazione non desiderata di spyware o adware, č necessario utilizzare un firewall personale come Norton Personal Firewall e aggiornare regolarmente Norton AntiVirus. Gli spyware e gli adware di nuova generazione agiscono come hacker e sfruttano falle nella programmazione per penetrare nei computer. Alcuni effettuano addirittura la scansione del Web alla ricerca di vittime nei cui sistemi siano presenti falle non corrette, il che significa che la semplice connessione a Internet č sufficiente per essere infettati, senza nessun bisogno di fare clic su alcun pulsante. Gli spyware e adware che sono riusciti a penetrare nel computer visualizzano continuamente finestre di pubblicitŕ, modificano la pagina iniziale del browser o la aggiungono a una barra che risulta impossibile da eliminare, indirizzano richieste di ricerca a un dato motore di ricerca oppure bloccano l´accesso ai siti dei produttori di antivirus. La regola d´oro per evitare questi malware consiste nell´aggiornare le applicazioni in uso in modo da correggere le falle. č possibile proteggersi utilizzando strumenti quali Norton Internet Security, che associano un antivirus, un firewall e un´applicazione antispyware. (FONTE: Symantec Corporation) ,

Condividi