La tredicesima sessione dell´inchiesta NetObserver Europa ha rilevato che esistono delle grandi differenze nell´utilizzo di internet tra gli europei. Gli spagnoli, ad

La tredicesima sessione dell´inchiesta NetObserver Europa ha rilevato che esistono delle grandi differenze nell´utilizzo di internet tra gli europei. Gli spagnoli, ad esempio, sono i piů assidui utilizzatori delle nuove funzionalitŕ di informazione e comunicazione offerte dal web, i tedeschi si piazzano ultimi fra i cinque mercati analizzati (Francia, Italia, Spagna, Regno Unito e Germania). [22/09/2006 - 14.00] Gli utenti spagnoli sono quelli che maggiormente utilizzano programmi di messaggistica, telefonia via internet, podcasting e creano piů blog. La Spagna č anche il paese con il piů alto numero di internauti con meno di 35 anni. La Germania č al primo posto per i servizi online a pagamento come invio di sms, accesso a giochi online, sviluppo di foto digitali. Insieme agli inglesi i tedeschi sono quelli che scaricano piů musica, loghi e suonerie a pagamento. I navigatori tedeschi utilizzano piů degli altri utenti europei anche servizi pratici a pagamento (offerte, piccoli annunci, servizi di incontro, ecc.). Germanaie Inghilterra sono i maggiori utilizzatori di e-commerce. I navigatori di Francia e Regno Unito sono quelli che meglio reagiscono alla pubblicitŕ e al marketing diretto online e sono quelli che piů cliccano sui link pubblicitari che appaiono sui risultati dei motori di ricerca. Quasi due internauti inglesi su cinque dichiarano di aver visitato il sito di una marca o di un´impresa parecchi giorni dopo aver visto la sua pubblicitŕ su internet. Gli italiani apprezzano piů dei tedeschi la pubblicitŕ online. Per piů di tre navigatori spagnoli e italiani su cinque la pubblicitŕ online aiuta a scoprire nuovi prodotti e servizi e quasi la metŕ dei navigatori italiani e spagnoli ritiene che la pubblicitŕ online aiuti a prendere decisioni migliori per quanto riguarda gli acqusiti. All´indagine NetObserver hanno partecipato piů di mille siti e quasi 400.000 rispondenti l´anno. (pubblicita.it) ,

Condividi