Molti di voi si saranno recentemente imbattuti in una nuova definizione; Web 2.0. Che cosa indica il nuovo termine? Con il nome Web 2.0 o Internet 2.0 si intende un generico stato

Molti di voi si saranno recentemente imbattuti in una nuova definizione; Web 2.0. Che cosa indica il nuovo termine? Con il nome Web 2.0 o Internet 2.0 si intende un generico stato di evoluzione di Internet e in particolare del World Wide Web. Alcuni hanno tentato di definire il Web 2.0 come una serie di siti web con interfaccia, facilità e velocità d´uso tali da renderli simili alle applicazioni tradizionali che gli utenti sono abituati a installare nei propri computer. Spesso vengono usate tecnologie di programmazione particolari, come AJAX (Gmail.com usa largamente questa tecnica per essere semplice e veloce). I propositori del termine Web 2.0 affermano che questo differisce dal concetto iniziale di web, retroattivamente etichettato Web 1.0, perchè si discosta dai classici siti web statici, dall´e-mail, dall´uso dei motori di ricerca, dalla navigazione lineare e propone un World Wide Web più dinamico e interattivo. Gli scettici replicano che il termine Web 2.0 non ha un vero e proprio significato, in quanto questo dipende esclusivamente da cià che i propositori decidono che debba significare per cercare di convincere i media e gli investitori che stanno creando qualcosa di nuovo e migliore, invece di continuare a sviluppare le tecnologie esistenti Tale possibilità di creazione e condivisione di contenuti su Web, tipica del Web 2.0, è data da una serie di strumenti on-line che permettono di utilizzare il web come se si trattasse di una normale applicazione. In pratica il Web di seconda generazione è un Web dove poter trovare quei servizi che finora erano offerti da pacchetti da installare sui singoli PC. Oltre alla creazione condivisa di contenuto on-line, il Web 2.0 è caratterizzato dalla pubblicazione immediata del contenuto e alla sua classificazione e indicizzazione nei motori di ricerca, in modo che l´informazione sia subito disponibile a beneficio dalla comunità, realizzando in maniera veloce il ciclo di vita del content management. Per la pubblicazione dei contenuti fanno da padrone sul Web (di oggi) i provider di Blog come Blogger , Wordpress e Splinder, ma anche piattaforme commerciali come Microsoft Sharepoint Portal che nella prossima versione (3.0) accentuerà le sue caratteristiche di collaborazione diventando la parte server di Office 12. (Databusiness) ,

Condividi