Puà contare su un indice che comprende più di otto miliardi di pagine web, è riconosciuto come il più grande e affidabile tra i motori di ricerca, gestisce l´80% di tutte le

Puà contare su un indice che comprende più di otto miliardi di pagine web, è riconosciuto come il più grande e affidabile tra i motori di ricerca, gestisce l´80% di tutte le ricerche effettuate su internet e fra i suoi clienti annovera grandi colossi informatici come AOL, il più grande internet service provider del mondo con 23 milioni di utenti, o Microsoft. La popolarità di Google è talmente grande che nella lingua inglese è nato il verbo "to google" col significato di "fare una ricerca sul web". Possibile che nessun altro motore di ricerca possa competere con quello di Mountain View? A chiederselo è il ´Washington Post´, secondo il quale, analizzando altri 3 fra i maggiori motori di ricerca al mondo - Yahoo!, Microsoft´s Live Search e Ask.com di IAC - sostiene che le potenzialità per farlo ci sarebbero. Il campo migliore per competere è probabilmente quello del blog searching. Seppure Google disponga di uno dei più grandi servizi di blogging in circolazione, la piattaforma di Blogger, spesso le sue ricerche sono minate dal fenomeno del ‘blogspam´, segnalando siti fittizi messi on line al solo scopo di pubblicizzare prodotti o servizi di tutt´altro genere. Se Yahoo non fornisce un servizio di ricerca per soli blog, Ask invece sì e spesso risulta essere più efficace di quello di Google. Il quotidiano americano rivela che, effettuando 2 ricerche parallele con questi due motori, si otterrà lo stesso numero di risultati, ma nella lista di Google ci saranno molti indirizzi che rimanderanno a siti fasulli. I punti deboli di Google non sembrano finire qui. Altra pecca è riscontrabile nelle ricerche di video e immagini: molte volte, rispetto a quelle di altri motori, esse producono risultati decisamente poco attinenti alla chiave di ricerca impostata. Anche per quanto riguarda il design, alcuni dei concorrenti di Google offrono sistemi più originali e innovativi per approdare ai dati di cui abbiamo bisogno. Ask, che proprio questa estate ha subito un restyling, è il sito più creativo sotto questo aspetto. Si serve di un semplice e immediato layout a 2 colonne, che permette all´utente di avere la lista di risultati sempre ben visibile sulla sinistra dello schermo e fornisce, inoltre, una piccola immagine di anteprima della homepage di ogni sito presente nella lista dei risultati. Il cavallo di battaglia di Microsoft´s Live Search, anch´esso ridisegnato negli ultimi tempi, è invece la sua ‘ricerca per macro´. Si tratta di un sistema che puà essere modificato dall´utente in base alle sue esigenze specifiche. Utilizzando una delle sue macro, ad esempio, possiamo impostare la ricerca delle ultime ricette pubblicate dai 5 siti di cucina più popolari del web. Per quanto riguarda Yahoo!, una dei suoi punti di forza è del.icio.us. Si tratta di uno dei servizi più innovativi del web che è esploso letteralmente alla fine del 2005: del.icio.us è un sistema di Social Bookmarking che raccoglie sia link segnalati dagli altri navigatori, sia quegli utenti che consigliano specifici siti di interesse. In sostanza, quello che fornisce Yahoo ai navigatori è un efficace metodo per condividere i propri siti preferiti con il resto del mondo, e vedere quelli degli altri. Secondo il ´Washington Post´, esiste perà un difetto che è riscontrabile in qualsiasi motore di ricerca del web: tutti, chi più chi meno, interpretano con troppa facilità le query di ricerca in chiave commerciale. Molte volte la lista dei risultati prodotta da una ricerca delle opinioni su un determinato prodotto, una TV ad alta definizione per esempio, finisce per includere un gran numero di link a siti che vendono quel particolare prodotto. Sempre secondo il Post c´è solo una possibilità, per i rivali di Google, di rivoluzionare il panorama dei motori di ricerca e, quindi, di mettere seriamente in discussione il suo monopolio una volta per tutte: quella di colmare proprio questa lacuna prima che lo faccia Mountain View. (ADNKronons),

Condividi