La ricorrenza per così dire lo imponeva ed ecco che Yahoo! ha deciso di festeggiare il suo quindicesimo anno di vita con una ricerca condotta nelle scorse settimane in tutti Paesi

La ricorrenza per così dire lo imponeva ed ecco che Yahoo! ha deciso di festeggiare il suo quindicesimo anno di vita con una ricerca condotta nelle scorse settimane in tutti Paesi in cui è presente e a cui hanno partecipato 700 internauti italiani. Obiettivo dell´indagine: capire come il Web abbia in qualche modo cambiato la vita delle persone. Per gli italiani la mail, il motore di ricerca e le news sono i servizi più popolari cui accedere in Rete e lo dicono i dati che ne confermano la popolarità. Il 77,5%, 83% e 78,3% degli intervistati dichiara di utilizzarli ogni giorno; il 78%, l´80% e il 53% asserisce di non poterne più fare a meno. Più della metà del campione nostrano (53%) dichiara che non puà più immaginare la propria vita senza Internet, per il 79% la Rete ha semplificato la loro routine quotidiana e per l´88%, grazie al Web, è oggi più semplice e facile rimanere aggiornati. Negli anni è naturalmente cambiata la percezione del Web è dal sondaggio emerge che, dovendo descrivere Internet la prima volta che lo si è utilizzato oltre 10 anni fa, gli utenti lo hanno battezzato come qualcosa di sperimentale (nell´80,7% dei casi), rivoluzionario (76,5%) e moderno (67,4%). Parimenti oggi è visto come uno strumento informativo (83,6%), sempre moderno (per il 71,6%) e naturalmente social, caratteristica che ha evidenziato il 64,5% degli intervistati. Tre quarti del campione ritiene inoltre che Internet viva un continuo processo di miglioramento e il 65% è dell´idea che il reale potenziale della grande Rete telematica si stia scoprendo proprio adesso. Quanto alle modalità d´uso del Web, prende sempre più corpo la diffusione del browsing via cellulare per quanto in Italia stenti ancora a decollare. Solo il 5% di chi ha usato Internet per la prima volta più di cinque anni fa, l´ha fatto da un device mobile mentre oggi sono il 13,5% del totale gli utenti che navigano on line ogni giorno da un telefonino o da un dispositivo mobile che non sia un pc. Se Internet è perà il media più importante, davanti a Tv e giornali, per gli utenti, il Web in mobilità resta per il momento il fanalino di coda con il 18,6%. Cosa succederà, questo l´ultimo capitolo della ricerca, nei prossimi 15 anni? L´85% degli intervistati è convinto che tutti saranno attaccati alla Rete 24 ore al giorno per sette giorni la settimana, per il 71% tutti i dispositivi elettronici saranno collegati a Internet e per il 45% tutti i mezzi di informazione tradizionali saranno stati scalzati dal Web. Qualcuno, e precisamente l´8% degli intervistati, ha guardato forse fin troppo avanti, ipotizzando come in un futuro non troppo lontano ogni individuo avrà un "Internet chip" personale impiantato nel corpo e come si potrà viaggiare fisicamente tramite la Rete. FONTE: ilsole24ore

Condividi