Ormai quasi tutte le strutture commerciali, alberghiere e non, hanno la propria pagina Facebook dalla quale cercano di trarre ricavi e attirare nuovi clienti. Ma il business

Ormai quasi tutte le strutture commerciali, alberghiere e non, hanno la propria pagina Facebook dalla quale cercano di trarre ricavi e attirare nuovi clienti. Ma il business funziona davvero? E se sě, quali le best practices da adottare? Torniamo dunque a parlare di social media, e in particolare di Facebook, con uno studio sulle Fan Page alberghiere proposto da Hotel Marketing Strategies. Il team di Seventh Art Media ha esaminato 2500 post di pagine Facebook relative a 75 brand alberghieri. Lo studio prende in esame diversi fattori in base al comportamento e alle performance dei brand analizzati: dopo aver parlato di cultura social e aver fornito 5 consigli preziosi per il Social Media Marketing dell´hotel, oggi individuiamo 6 elementi chiave che influenzano il successo dei brand alberghieri su Facebook. Capire che non tutti i contenuti funzionano allo stesso modo Il contenuto che trasmette un´immagine coerente del brand e crea un contatto personale con i propri clienti č quello che riscontra i migliori risultati. La fotografia rappresenta indubbiamente il contenuto vincente. Agli utenti piace la soddisfazione immediata di un post spiritoso o di una foto intelligente. Le esperienze di social media marketing piů performanti riscontrate su Facebook non hanno per oggetto fotografie professionali o di altissimo livello qualitativo, ma immagini coinvolgenti a livello personale. Ad esempio uno scatto della prima neve della stagione, o una zucca gigante. Per creare coinvolgimento nell´utente non occorrono troppi sforzi. Purtroppo, invece, lo studio fatto dimostra come fra le cose piů comunemente postate vi siano i link, che non coinvolgono l´utente, sono percepiti come contenuti troppo spiccatamente promozionali e non incentivano condivisione e interazione. Comprendere i vostri clienti e gli obiettivi Fare marketing su Facebook richiede una pianificazione anticipata, una programmazione e degli obiettivi predefiniti. Sarŕ in base agli obiettivi fissati per la pagina dell´hotel che verranno definiti i contenuti, le modalitŕ di lavoro, il target. Se desiderate raggiungere determinate categorie di persone, dovete prima analizzarne le esigenze e agire di conseguenza. Se non pianificate la vostra strategia a lungo termine rischiate di costruire una community formata dai followers sbagliati, da un target che non coincide con quello del vostro hotel. Followers: non puntare alla quantitŕ Il punto di forza di Facebook non č quello di attrarre quanti piů followers possibili. Rafforzare i rapporti con i propri clienti, farsi conoscere, diffondere le informazioni relative alla struttura, curare la brand reputation. Questo č quello che puoi fare con una pagina Facebook ben gestita. Affannarsi per ottenere centomila "amici" in un breve lasso di tempo, per poi non avere niente da comunicare o non sapere come gestirli, č di certo una strategia perdente. Meglio avere mille followers targettizzati e che conoscano il brand, piuttosto che ventimila che non sanno chi siete, solo a caccia di sconti. Focalizzatevi quindi sulla qualitŕ e le caratteristiche dei vostri interlocutori. Alla fine sarŕ questo a dare valore al vostro lavoro e al vostro brand. Il contenuto adatto Ecco una semplice domanda da applicare a qualsiasi contenuto: "Perchč i miei followers dovrebbero condividerlo?" Se non riuscite a rispondere senza esitazione, il contenuto non dovrebbe essere pubblicato. Potreste scoprire che i migliori contenuti esistono giŕ. Spesso infatti i post piů commentati e condivisi non sono quelli creati ad hoc, con lo specifico scopo di generare interesse e buzz. La spontaneitŕ č sempre percepita e premiata dall´utente Facebook. Non aspettatevi che la vostra pagina possa migliorare in termini di numero di fan e interazione con essi, se non vi impegnate a mantenere un flusso costante di contenuti adeguati e pertinenti. Il video, ad esempio, č uno strumento che sta riscuotendo molto successo in molti campi. In questo senso, il settore dell´ospitalitŕ č molto indietro a causa di scarsa qualitŕ dei contenuti, argomenti trattati e modalitŕ di esecuzione. Questo potrebbe rappresentare un´occasione perduta, visto il forte appeal dei contenuti in formato video. Misurare il ROI Esistono strumenti utili per misurare le performance, e questi dovrebbero essere sfruttati per meglio valutare il contributo portato da Facebook in termini di visite al sito e conversioni. Monitorare le visite, tramite Facebook Insights e la segmentazione avanzata di Google Analytics, servirŕ a valutare l´efficacia dei contenuti, gli argomenti di maggiore interesse, le visite portate al sito, la conversione generata. Molti brand dimostrano di prestare poca attenzione alla revisione delle proprie performance social, continuando a postare contenuti di evideměntemente scarso interesse. Confrontarsi con altri canali Spesso č possibile cadere in fraintendimenti sulla reale utilitŕ di Facebook e dei Social in generale. L´hotel non dovrebbe guardare a Facebook come al canale principale per ricevere prenotazioni, ma come ad uno strumento utile per farsi pubblicitŕ, per generare attenzione intorno al brand, per promuovere eventi che accadono nella propria location, mettere insieme una community da veicolare altrove. Facebook č sicuramente uno strumento molto potente, ma va utilizzato esattamente secondo la sua natura social e pertanto integrato con altri canali. Non aspettatevi che Facebook da solo possa incrementare le prenotazioni al vostro hotel, se non avete messo in atto una strategia che prevede il coinvolgimento di altri canali. FONTE: http://www.bookingblog.com

Condividi