Per la prima volta in due anni, almeno negli Stati Uniti, la quota di Google come motore di ricerca è scesa al di sotto del 65% passando dal 65,1% di luglio al 64,8% di agosto

Per la prima volta in due anni, almeno negli Stati Uniti, la quota di Google come motore di ricerca è scesa al di sotto del 65% passando dal 65,1% di luglio al 64,8% di agosto secondo i dati comScore. A guadagnare è stato Bing di Microsoft passato dal 14,4% al 14,7%. ComScore riporta anche che entro la fine di quest´anno, Bing potrebbe raddoppiare l´8% di market share con cui è partito all´esordio nel 2009. "In due anni Google ha perso quota mentre Bing ha quasi raddoppiato, e non sembra una coincidenza", commenta Dan Olds, analista di The Gabriel Consulting Group. "Bing ha definitivamente mostrato una certa stabilità di forza e crescita costante nei due anni dalla sua introduzione. Stiamo assistendo a una costante guerra di trincea nel settore dei motori di ricerca con piccoli cambiamenti sulle quote di mercato". Olds aggiunge che Microsoft sta spingendo Bing sul mercato e i suoi sforzi stanno pagando. "Ritengo che la promozione aggressiva di Bing da parte di Microsoft e i legami con altri sistemi, software e web provider stia cominciando a pagare almeno un pizzico", aggiunge l´analista. (mg)

Condividi