Il vantaggio registrato da Yahoo nel mese di dicembre non era solo un´eccezione: per il secondo mese consecutivo, infatti, Google perde terreno rispetto a Yahoo nel mercato

Il vantaggio registrato da Yahoo nel mese di dicembre non era solo un´eccezione: per il secondo mese consecutivo, infatti, Google perde terreno rispetto a Yahoo nel mercato dei motori di ricerca confinata sotto al 75% per la prima volta in cinque anni, secondo l´ultimo rapporto di StatCounter. Secondo gli osservatori, Google, che ancora domina ampiamente il mercato del search, starebbe ancora scontando gli effetti della decisione che ha portato Yahoo a diventato il motore di ricerca predefinito sul browser Firefox a svantaggio proprio di Google. Riconoscendo implicitamente tale analisi, il mese scorso il colosso di Mountain View ha lanciato una campagna per mostrare agli utenti di Firefox come fare per ripristinare Google come motore di ricerca predefinito, una mossa che pare non aver ancora avuto gli effetti sperati. Nel dettaglio Google ha avuto il 74,8% del mercato Usa del search nel mese di gennaio, con Bing di Microsoft rispettivamente al 12,4% e Yahoo al 10,9%. A dicembre Google aveva raggiunto il 75,2%, Bing il 12,5% e Yahoo il 10,4%. "Alcuni analisti si aspettavano che Yahoo cadesse nel mese di gennaio a seguito di tale attività", spiega Aodhan Cullen, CEO di StatCounter. Ma la caduta è stata meno significativa del previsto. "Il search di Yahoo è aumentato di mezzo punto percentuale sulla piazza Usa." Che Google non stia attraversando uno dei momento più rosei della sua vita lo dicono anche i risultati delle scorse trimestrali: il colosso ha registrato utili in crescita pari a 3.38 miliardi di dollari e contestualmente i ricavi sarebbero cresciuti da 15.7 a 18.1 miliardi di dollari, ma hanno fatto registrare comunque dati peggiore rispetto alle attese degli analisti. L´abbandono di progetti ambiziosi e amati, come i Google Glass, e la pressione cui è sottoposta da competitor e molti regolatori Ue, finirebbero per comporre un quadro non del tutto tranquillo per per il colosso e per gli investitori.

Condividi