Fin dal suo rilascio Google Plus non ha fatto altro che far parlare di sè. E´ stato criticato, definito ghost town, dichiarato un fallimento e considerato solo una brutta

Fin dal suo rilascio Google Plus non ha fatto altro che far parlare di sè. E´ stato criticato, definito ghost town, dichiarato un fallimento e considerato solo una brutta copia di Facebook, o meglio una risposta poco riuscita rispetto al colosso di Mark Zuckerberg. Nonostante tutto, ci sono buone notizie per Montain View. Negli ultimi tempi il social network ha guadagnato una significativa inversione di rotta. Un po´ influenzati dagli early adopter che hanno studiato e analizzato le sue potenzialità incuriosendo i loro follower, un po´ spinti dalla voglia di capire se puà valer la pena investire, sempre più curiosi si sono aperti alle sperimentazioni per cercare di gestire al meglio profili e pagine su Google Plus. Il mese scorso Michael Stelzner, fondatore del sito Social Media Examiner, ha pubblicato il 2012 Social Media Marketing Industry Report, frutto dello studio sull´utilizzo del Social Media Marketing nelle imprese, coinvolgendo circa 3800 marketer. Dai risultati è emerso che Google Plus viene utilizzato dal 40% degli intervistati e il 70% ne vorrebbe approfondire la conoscenza. Nonostante sia ancora molto difficile vedere i risultati in ambito alberghiero, qualche tempo fa vi abbiamo spiegato che uno dei potenziali punti di forza di Google Plus è l´effetto sul posizionamento sui motori di ricerca (Vedi articolo Come sfruttare la Social Search per posizionare l´hotel sui motori di ricerca). Per questo pensiamo che sia utile gestire al meglio le pagine di Google Plus e per facilitarvi il lavoro vi suggeriremo alcuni software e programmi per condividere e diffondere i post, analizzare le attività della pagina e scoprire come rintracciare profili interessanti da aggiungere alle cerchie. Uno sguardo alle guide ufficiali di Google Plus Per iniziare è interessante sapere che, oltre alla Guida di Google Plus che potete trovare nella vostra pagina o account accedendo dalle impostazioni, c´è anche una speciale guida G+ insider´s Guide, che offre direttive e utili consigli che vanno oltre le linee guida base. Tra le risorse "How to" proposte potrete scoprire come creare un feed rss dei vostri post su Google Plus (perfetto per chi ha un blog della struttura), oppure come è possibile cercare pagine e profili Google Plus direttamente dalle serp di Google. Un altro aspetto interessante è che potete iscrivervi e interagire con i membri della community, per restare sempre aggiornati sulle ultime novità e chiedere consigli. Tempo fa vi abbiamo fornito alcuni esempi di software per aiutarvi a gestire più velocemente l´account di Twitter, mostrandovi come è possibile controllare meglio le attività sociali con semplici strumenti, nella maggior parte gratuiti. Oggi invece vi mostreremo quali strumenti gratuiti potrete utilizzare per gestire la pagina su Google Plus. Bottone +1 Partiamo dal nuovo pulsante condividi di Google Plus (1), di colore rosso e personalizzabile in base a dimensione e posizione. Come sapete, il tasto "+1" serve a esprimere un apprezzamento (un po´ come il "Mi piace" di Facebook). Ora, l´innovazione del nuovo button è che offre la possibilità non solo di condividere un commento, ma anche di renderlo visibile a una cerchia piuttosto che a un´altra. Una volta che avete effettuato il vostro share personalizzato, il pulsante sarà nuovamente utilizzabile per condividere lo stesso contenuto con altri utenti. Sembrerebbe una copia del "Condividi" di Facebook, ma è solo un´ulteriore conferma dell´intento di Big G di integrare e rafforzare gli aspetti sociali con quelli della ricerca organica. Per aggiungerlo al sito, visitate la pagina http://www.google.com/webmasters/+1/button/ Widget di Google Plus Oltre al bottone sopra citato, ci sono altri elementi grafici da integrare al vostro sito. Gplusapi.appspot.com (2) vi permette di visualizzare gli ultimi post pubblicati con il numero di +1 e il link alla vostra pagina. Potete definire il numero di messaggi da visualizzare, lo sfondo e le dimensioni. Strumenti per effettuare Statistiche Utili per cercare le pagine dei competitor e misurare i risultati della propria. Social Statistics (3) permette di visualizzare gratuitamente le statistiche delle pagine e dei post più seguiti su Google Plus, così da tenere sempre sotto controllo i trend del momento. E´ disponibile anche la relativa estensione di Google Chrome per visualizzare il grafico della propria pagina senza abbandonare Google, ma è efficace soprattutto per pagine con un alto numero di cerchie; Allmyplus (4) è uno strumento che vi offre gratuitamente le statistiche del profilo o della pagina con numero di commenti, +1 e l´andamento dei post del corso del tempo, utile per il vostro hotel nella misurazione dell´engagement (Vedi articolo Google Plus per hotel: quando e a che ora è meglio postare); Simply Measured (5) - a pagamento ma dotato di free trial - offre uno strumento gratuito che genera un report, esportabile in Power Point o Excel, sull´andamento dell´attività della pagina, l´engagement generato oppure l´analisi delle keyword all´interno dei commenti; Circle count (6) offre interessanti dati demografici sui profili, come genere, nazionalità o lavoro. Analisi degli utenti più influenti Alcuni strumenti per individuare gli utenti più influenti in base al numero di follower, interazioni e condivisioni in certi settori. Utile per scoprire cerchie interessanti di potenziali clienti a cui rivolgervi prima col vostro profilo privato, poi con la vostra pagina. PlusClout (7) assegna un punteggio in base al grado di interazione del profilo, ottenuto da ampiezza delle sue cerchie, il contenuto generato e i feedback ottenuti. Si possono ordinare i profili per paese, città, professione e altri parametri; FindPeopleonPlus (8) è figlio di PlusClout e oltre che mostrare il punteggio degli utenti offre la possibilità di cercare tra i propri contatti LinkedIn e Twitter tutti coloro che hanno anche un profilo su Google Plus. Interessante è la lista dei suggerimenti delle persone da seguire, da filtrare per diverse variabili; Recommended Users (9) restituisce la lista delle persone da seguire a seconda degli interessi, utile per scovare categorie di utenti potenzialmente vicine alla vostra tipologia di clientela. Estensioni dei browser Concludiamo con le estensioni, cioè quei "mini programmi" da installare all´interno del vostro browser che permettono di analizzare Google Plus: Extended Share for Google Plus (10): un applicazione di Chrome che permette di condividere un post di Google Plus su diversi social network; G++ (11): potete integrare lo stream di Facebook e Twitter in quello di Google Plus, per Chrome e Firefox; SGPlus (12): con questa estensione potete scegliere di postare commenti su Facebook, Twitter o LinkedIn direttamente da Google Plus; Google + Notification (13): un´app che vi permette di visualizzare gli aggiornamenti di Google Plus da ogni pagine Web senza aprire necessariamente quella del vostro profilo o pagina Come vedete gli strumenti sono diversi, interessanti e soprattutto gratuiti. Che ne dite, partiamo con i test? Fonti: Ninja Marketing, Social Media Examiner

Condividi