Vola Baidu, il motore di ricerca che sfida Google: durante il terzo trimestre i profitti sono aumentati dell´80%, alimentati dalla pubblicitŕ online. L´utile netto

Vola Baidu, il motore di ricerca che sfida Google: durante il terzo trimestre i profitti sono aumentati dell´80%, alimentati dalla pubblicitŕ online. L´utile netto raggiunge 296 milioni di dollari e supera le previsioni degli analisti finanziari. č quotato al Nasdaq e ha aperto la strada allo sbarco in borsa delle internet company cinesi. Ma deve affrontare la competizione con altri due colossi del web in Estremo Oriente: la piattaforma di ecommerce Alibaba che ha appena varato un sistema operativo per cellulari e il servizio di instant messaging Tencent, una chat lanciata nella cittŕ di Shenzhen, motore economico dell´industria hitech fin dagli anni Ottanta. Google, invece, ha fatto retromarcia con il suo motore di ricerca dalla Cina. Per accelerare ancora il passo e non perdere terreno Baidu scommette sull´accesso a internet dai dispositivi mobili e sul cloud computing, una frontiera esplorata da molte aziende locali, anche in collaborazione con multinazionali come Ibm e Dell. Robin Li, amministratore delegato di Baidu, č diventato il secondo cinese piů ricco: la sua ricchezza personale č stimata da Forbes in 9,2 miliardi di dollari

Condividi